lunedì 3 ottobre 2011

ARANCINI DI RISO (o Arancine)


Questa ricetta mi sta particolarmente a cuore, perchè?
Innanzitutto perchè  è una ricetta della mia terra: la Sicilia,
ma anche perchè è legata ai miei ricordi di infanzia, che, penso così come un pò per tutti,
considero i migliori anni della mia vita.
Questo ricordo potrà sembrare banale, ma oggi, mi riporta a quando
ero piccolina e attendevo con grande ansia il giorno del mio compleanno,
un giorno reso speciale dalle persone che mi stavano intorno e in quel giorno, mi trattavano, ancor di più, come una principessa. Una persona in particolare, mia nonna, che in quel giorno prendeva l'autobus dal suo paese per scendere in città e con sé portava un piccolo mazzolino di fiori profumati raccolti nel suo giardino. Era lei la prima persona che vedevo al mio risveglio e quasi non volevo andare a scuola per poter stare tutto il giorno con lei. Il pomeriggio, mia nonna e mia madre preparavano gli arancini...mia nonna li preparava in maniera superba e mai più ho potuto assaggiare qualcosa di simile...
oggi quando li preparo, ripenso a lei e alla sua dolcezza...


Ingredienti
  • 500 g di riso carnaroli La Pila
  •  2 uova
  • sale
  • burro
  • 5 cucchiai di formaggio grattugiato
  •  200 g di ragù
  • 200g di piselli cotti
  • 1 cucchiaio di besciamella Gran Cucina
  • 100 g di formaggio fresco
  • 1 bustina di zafferano
Cuocere il riso in un litro di acqua salata , con lo zafferano, fino a completo assorbimento; quando è cotto aggiungere una noce di burro, battere le uova con un po’ di sale e il parmigiano e unire al riso.
Mescolare al ragù un cucchiaio di besciamella .
Bagnarsi le mani e prendere un po' di riso, schiacciarlo sul palmo della mano,  inserire il ragù, i piselli, un pezzettino di formaggio fresco chiudere dando la forma degli arancini, avendo cura di bagnarsi le mani, passare nella farina, nell’uovo, il pangrattato e friggere in abbondante olio caldo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...